GDPR e ponte di Genova

Genova - Ponte MorandiMentre in Italia e in Europa si perdono tempo e risorse per discutere su come adeguarsi al Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR) delle persone fisiche, il ponte di Genova (ponte Morandi) è crollato facendo decine di vittime, infischiandosene della sicurezza e della protezione delle persone fisiche che vi transitavano sopra e sotto.

Il crollo del ponte di Genova dimostra tutta l'ipocrisia dell'Europa, dei suoi Stati e del Regolamento Europeo (GDPR) che si fanno belli con l'intenzione di tutelare i dati delle persone fisiche, ma poi trascurano la tutela delle persone fisiche.

Sarebbe ora che i cittadini si svegliassero e capiscano l'ipocrisia della politica foraggiata dal capitalismo neoliberista di cui il GDPR è solo uno dei figli, come la disgrazia del ponte di Genova, anche lei figlia delle politiche neoliberiste che fanno della legittimazione della  Proprietà  Privata il perno della loro nefasta ideologia.